Service Point
Assistenza Tecnica Caldaie Condizionamento
Riscaldamento

Caldaie a gas

Installazione e AssistenzaTecnica 

Risparmio Energetico

COME AVERE SEMPRE LA GIUSTA TEMPERATURA:

I SISTEMI DI REGOLAZIONE

COSA SONO

La progettazione dell’impianto e la scelta della potenza della caldaia, si basano sul calcolo delle

dispersioni termiche dell’edificio, in presenza di determinate condizioni climatiche e di esposizione.

L’impianto, infatti, deve essere dimensionato per assicurare il comfort interno anche in

presenza di punte eccezionali di freddo e, comunque alle temperature minime medie della zona.

In pratica queste condizioni climatiche si verificano per un periodo di tempo relativamente breve

durante tutta la stagione di riscaldamento. Se si continuasse a fornire all’edificio la stessa

quantità di calore, indipendentemente dal valore della temperatura esterna, si avrebbe un surriscaldamento

degli ambienti interni e, di conseguenza, un notevole spreco di energia.

I sistemi di regolazione hanno quindi lo scopo di mantenere la temperatura all’incirca costante

negli ambienti interni, indipendentemente dalle condizioni climatiche esterne.

La regolazione può essere effettuata in modi diversi, in relazione al tipo di impianto, al grado

di precisione e di automatismo che si vuole raggiungere.

IMPIANTI CENTRALIZZATI

Generalmente gli impianti centralizzati sono dotati di una centralina di controllo (programmatore)

con la quale:

vengono impostatati i tempi di accensione dell’impianto;

viene regolata automaticamente la temperatura di mandata dell’acqua ai radiatori sulla base

della temperatura esterna, rilevata con una sonda di temperatura. La centralina agisce su una

valvola (a 3 o 4 vie) che miscela l’acqua calda di mandata con quella fredda di ritorno.

In questo modo, al variare della temperatura esterna, si riesce con una certa approssimazione,

a mantenere costante la temperatura dell’edificio (per esempio a 20°C).

Nel caso di edifici nuovi o di ristrutturazione di impianti termici, è prescritta l’installazione

di centraline che diano la possibilità di regolare la temperatura ambiente, almeno su due livelli

sigillabili nell’arco delle 24 ore (per esempio 20°C di giorno e 16°C di notte).

La regolazione degli impianti centralizzati, intervenendo esclusivamente sulla temperatura

dell’acqua dei radiatori, non tiene conto che, se l’impianto non è ben progettato ed equilibrato,

nelle diverse zone dell’edificio spesso si stabiliscono temperature diverse come succede

tra il primo piano e l’ultimo, tra le facciate esposte a sud e quelle a nord, tra gli appartamenti

d’angolo e quelli interni, e così via.

Spesso, per assicurare un buon comfort agli alloggi più freddi si aumenta la temperatura dell’acqua

di mandata, con il risultato di surriscaldare quelli più caldi e di sprecare energia.

IMPIANTI INDIVIDUALI

Negli impianti individuali a servizio di una sola unità immobiliare è frequente e consigliabile

l’installazione di un programmatore che accende e spenge automaticamente la caldaia:

in base alla temperatura ambiente scelta (termostato;)

in base alla temperatura ambiente e ad orari prefissati (cronotermostato).

Con questo sistema di regolazione, si realizza, con migliore approssimazione, l’obiettivo di mantenere

la temperatura costante al variare delle condizioni climatiche esterne. Inoltre, è possibile

scegliere orari di accensione più adatti alle esigenze di chi occupa l’alloggio, sempre nel rispetto degli orari e delle temperature fissate dalla legge.   

Anche negli impianti individuali, negli edifici nuovi o nel caso di ristrutturazioni, è obbligatorio

l’uso di un cronotermostato regolabile su due livelli di temperatura.

Risparmio Energetico

VALVOLE TERMOSTATICHE

Sia negli impianti centralizzati che in quelli individuali si sono fatti grandi passi nella direzione

di consumare l’energia solo dove e quando serve.

Ma si può fare di più.

Si può regolare la temperatura di ogni singolo ambiente per sfruttare anche gli apporti gratuiti

di energia, cioè quelli dovuti, ad esempio, alla presenza di molte persone, ai raggi del

sole attraverso le finestre, agli elettrodomestici.

Per ogni radiatore, al posto della valvola manuale, si può installare una valvola termostatica

per regolare automaticamente l’afflusso di acqua calda in base alla temperatura scelta ed impostata

su una apposita manopola graduata. La valvola si chiude mano a mano che la temperatura

ambiente, misurata da un sensore, si avvicina a quella desiderata, consentendo di dirottare

ulteriore acqua calda verso gli altri radiatori, ancora aperti.

In questo modo si può consumare meno energia nelle giornate più serene, quando il sole è

sufficiente per riscaldare alcune stanze, oppure, ad esempio, impostare una temperatura più

bassa nelle stanze da letto e una più alta in bagno o anche lasciare i radiatori aperti al minimo

quando si esce da casa. Le valvole termostatiche, installate negli impianti centralizzati

hanno anche una buona influenza sull’equilibrio termico delle diverse zone dell’edificio.

Quando i piani più caldi arrivano a 20°C le valvole chiudono i radiatori consentendo un

maggiore afflusso di acqua calda ai piani freddi. Per l’installazione delle valvole termostatiche

è consigliabile rivolgersi ad un professionista o a una ditta qualificata.

IL RISPARMIO

Il risparmio di energia indotto dall’uso delle valvole termostatiche può arrivare fino al 20%. Proprio

per questa ragione, è spesso obbligatoria l’installazione negli edifici di nuova costruzione

e nelle ristrutturazioni.

Climatizzatori delle migliori marche:

Fujitsu, Daikin, Mitsubishi, Sharp, General, Daitsu, Samsung, Panasonic e altre ancora

SERVICE POINT - ASSISTENZA TECNICA CALDAIE E CONDIZIONAMENTO | 7, Via Mercuri - 00047 Marino (RM) - Italia | P.I. 07058581005 | Tel. +39 06 9388374   - Cell. +39 334 2019939 | Fax. +39 06 93899774 | servicepointsnc@libero.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy